Marmo Zandobbio S.p.a.

Marmo bianco e marmo rosa, una scelta preziosa dai Romani al terzo millennio


Tel: (+39) 035 951759
info@marmozandobbio.it

La grande duttilità, la buona lavorabilità e, soprattutto, la ricchezza delle sue sfumature cromatiche: ecco cosa attrae costruttori, arredatori, semplici estiti verso il marmo, materiale affascinante dall’epoca romana ai nostri giorni. Il marmo, in realtà una dolomia cristallina dalle incredibili caratteristiche estetiche, è conosciuto come bianco o rosa di Zandobbio perché è presente nella fascia pedemontana orientale della provincia di Bergamo. Oggi come allora il prezioso materiale è disponibile in blocchi di cava.
La cava del comune di Zandobbio è l’unica attualmente attiva, da cui si estrae il marmo di zandobbio destinato all'utilizzo ornamentale. L’utilizzo di questo materiale nella zona di Bergamo nei secoli scorsi è testimoniato da diversi monumenti ancora presenti nelle cittadine della provincia. Fra questi ricordiamo uno dei tronconi che compongono la Colonna di S. Alessandro in Colonna a Bergamo e il portale, l’altare, le lapidi murate sulla base esterna dell’abside della Chiesa di S. Giorgio in Campis, tutte opere realizzate attorno al XII° secolo.

I nostri Eventi

Marmo di Zandobbio: una lunga storia che continua fino ad oggi

Marmo di Zandobbio: una lunga storia che continua fino ad oggi

Fukinagashi: un progetto speciale, un nuovo concetto di monumento

Fukinagashi: un progetto speciale, un nuovo concetto di monumento

Marmo Zandobbio a Marmomacc la fiera del marmo

Marmo Zandobbio a Marmomacc la fiera del marmo